Carlo Uboldi in concerto a Villa Durazzo Jazz

12 Giugno 2009

Carlo Uboldi in concerto a Villa Durazzo Jazz

file COMUNICATO STAMPA
Invia a: del.icio.us

Venerdì 12 Giugno

VILLA DURAZZO JAZZ

Piazzale San Giacomo 3
Santa Margherita Ligure 

CONCERTO

CARLO UBOLDI

Carlo Uboldi - Pianoforte
Luciano Milanese – Contrabbasso
Marco Caputo – Batteria

ospite

Claudio Capurro – Sax alto

Importante appuntamento con lo straordinario pianista Carlo Uboldi. Insieme a Luciano Milanese uno fra i più interessanti giovani musicisti di talento, il batterista Marco Caputo. Ospite il grande sassofonista genovese  Claudio Capurro. 

Ore 20.30 Aperitivo e Cena   Ore 22 circa Concerto 

E’ necessaria la prenotazione

Tel. 338 4921010   lorenzabozano@alice.it

Riservato ai Soci

CARLO  UBOLDI (vedi foto)

Nasce a Como nel 1966 (di cittadinanza italo/svizzera) e incomincia a studiare musica all'età di sei anni grazie ad una famiglia di appassionati,specialmente il padre Antonio, il quale gli fa ascoltare musica jazz fin da piccolo. All'età di 15 anni frequenta i Seminari Senesi di Musica Jazz sotto la guida di Franco D'Andrea e successivamente di Enrico Pieranunzi.

Perfeziona i suoi studi con Ettore Righello e in seguito Uboldi collaborerà col sassofonista Paolo Tomelleri, costantemente fino al 2002 suonando coi migliori musicisti del nord Italia tra i quali Emilio Soana, Rudy Migliardi, Luigi Tognoli, Marco Ratti, Stefano Bagnoli, Giampiero Prina, Carlo Sola, Riccardo Fioravanti, Alfredo Ferrario, Bruno de Filippi, Glauco Masetti, Carlo Bagnoli e coi ticinesi Oliviero Giovannoni e Danilo Moccia
Nel 1988 Carlo intraprende la carriera di insegnante di pianoforte presso due scuole di musica di Como,e dal 1990 al 1996 è stato docente di pianoforte al Piccolo conservatorio Nuova Milano Musica di Milano.
Nel 1992 l'incontro col vibrafonista tedesco Fritz Hartscuh porta il gruppo a suonare molto spesso in Germania col quintetto MILAN SWING, collaborando per anni e incidendo un CD per l'etichetta germanica Bellaphon che ottiene grandi consensi in Germania e nel Nord Europa.
In questi anni Uboldi suona anche al jazz club di Lucerna - Jazz club Q4 di Rheinfelden - Birdland di Emmenbrucke - Medunarodni Dani Jazza wagreb al conservatorio di Zagabria - Jazzhaus Freiburg - Jazztone Lorrach - hotel Kronenhof jazz di Schaffausen - Cafè Kult di Francoforte - jazz Keller di Francoforte - Rive Jazz di Nyon - Stadttehater di St.Gallen - Neuenheim swingt di Heidelberg - Jazz club Bulach - Rathaussaal di Karlstadt - Alte Oper di Francoforte.
Nel 1994 e 1996 col gruppo Swinging Italy partecipa alle crociere internazionali del jazz JAZZ FESTIVAL AT SEA ed ha l'occasione di suonare coi più grandi musicisti americani ed europei, tra i quali Kenny Davern, Gray Sargent, Butch Miles, Clark Terry, Red Holloway, Jimmy Woode, Bobby Durham, Harry 'Sweets' Edison, Eddie Jones, Buster Cooper, Lillian Bouttè, Charly Hollering, Dany Doriz, Gustl Mayer, Charly Antolini.
Nel 1997 nasce il gruppo a Kramer piaceva cosi con il fisarmonicista Gianni Coscia, col quale viene reinterpretato il repertorio italiano di Gorni Kramer, e con questo gruppo comprendente  il contrabbassista Luciano Milanese e il batterista Ellade Bandini viene inciso un CD presentato al Teatro Comunale di Ferrara.
Il quartetto viene anche invitato alla trasmissione televisiva Tappeto Volante dove si esibisce in alcuni brani e suona tuttora nei teatri e nei festival in Italia (tra i quali: Teatro Sociale di Finale Emilia - Stagione Concertistica di Argenta - Teatro Comunale di Ferrara - Teatro Sociale di Rovigo - Teatro Bibiena di Mantova - Jazz Club Chet Baker di Bologna - Jazz & co.di Como - ass.ne culturale senza tempo di Avellino).
Da qualche anno inoltre la stima e l'amicizia verso il geniale clarinettista Mauro Negri (musicista della Vienna Art Orchestra) fanno sì che nasca un nuovo gruppo, chiamato QUARTRIO, che deve il nome al fatto che la formazione è un quartetto variabile, dove i brani originali di Carlo vengono suonati sempre e solamente in trio, cambiando le sonorità dei brani con quattro trii a disposizione a seconda della combinazione strumentale; fanno parte del gruppo Stefano Dall'Ora al contrabbasso e Marco Castiglioni alla batteria. Considerato oggi uno fra i migliori pianisti Carlo Uboldi è inoltre il più vicino allo stile Petersoniano ma al contrario di altri strumentisti – imitatori , riesce a proporsi con una fantasia ed una sensibilità vulcanica a tratti tradizionale e a volte con un fraseggio raffinato con punte d’avanguardia.

MARCO CAPUTO  

Nato nel 1983 inizia ad appassionarsi al mondo musicale in tenera giovinezza e, all'età di 8 anni, allo studio del rullante con il M°Renato Melchiorre. In seguito, all'età di 13 anni, decide di proseguire i suoi studi della batteria e delle percussioni classiche in Svizzera sotto la guida del Prof. Giorgio Anelli.
Dal 2000 ad oggi studia batteria con il Prof. Emilio Bonvini e Stefano Bagnoli e teoria musicale con il M°Alberto Tenzi.
Nell'agosto del 2003 ha effettuato il seminario di Siena Jazz con Massimo Manzi (batteria), Pietro Tonolo (musica di insieme),Giulio Visibelli (armonia) e Stefano Zenni (Teoria).
Nel Maggio 2005 partecipa al Workshop tenuto da Franco Ambrosetti presso la Smum di Lugano.
Ha seguito delle lezioni di musica di insieme con Giovanni Falzone, Francesco Manzoni e Fabrizio Bosso.
Collaborazioni Musica Jazz
Mauro Brunini, Walter Calafiore, Achille Giglio, Gabriele Toia, Dario Parisi, Marco Bonetti, Anita Vitale, Claudio Guida,Paolo Tomelleri, Mario Preda, Luca Pasqua, Sante Palumbo, Francesco Bianchi, Marco Bianchi, Francesco Manzoni, Tarcisio Olgiati, Luca Urso, Davide Calvi, Carmelo Venuto, Danilo Comerio, Fabio Buonarota, Roberto Mattei, Rodolfo Guerra, Nicola Tacchi.
Nel 2000 ha partecipato al Reeding Session di Lucerna per la conferenza mondiale della WASBE World Association Symphonic Band and Ensembles con l'orchestra della Svizzera Italiana; con questa formazione ha suonato inoltre a expo '02 tenutasi a Neuchatel (Svizzera Francese) per la diretta televisiva della presentazione in prima assoluta della Suite Jazz per orchestra a fiati e sestetto jazz Jazzymanus Lacustris di Pietro Viviani. In questa occasione ha potuto suonare con diversi musicisti molto affermati nel campo jazz e nella musica moderna tra i quali Emilio Soana, Gabriele Comeglio, Gorge Mewly, Guido Parini e Marco Ricci.

Collaborazioni Musica Classica
Dal Settembre 1998 fa parte della Civica filarmonica di Lugano diretta dal M° Franco Cesarini
Dal Gennaio 2000 fa parte dell'Orchestra a Fiati della Svizzera Italiana OFSI diretta dal M°Carlo Balmelli.
Dal Dicembre 2002 fa parte dell'Orchestra Sinfonica Giovanile della Lombardia diretta dal M°Daniel Renè Pacitti con sede stabile al teatro Tenda di Varese.

CLAUDIO CAPURRO

Genovese quarantenne, diplomato in clarinetto, compositore e arrangiatore suona anche il sax soprano, il clarinetto e il flauto. E’ stato docente presso la “Duke Ellington School”  di Genova. Introdotto adolescente nel mondo del Jazz dal sassofonista Cesare Marchini, a sua volta formatosi negli USA con il grande Lennie Tristano, Capurro ha proseguito gli studi con Michael Brecker. Dopo varie esperienze in ambito ligure, e’ entrato a far parte dell’ orchestra di Paolo Conte col quale ha suonato per diversi anni nei migliori teatri europei ed ha registrato oltre a dischi, un video al Festival di Montreux, prodotto e commercializzato dalla WEA. Dopo questa esperienza ha iniziato una lunga serie di collaborazioni in orchestra tra cui la Ritmosinfonica della RAI diretta da Bruno Biriaco  in qualità di Primo Alto. In seguito ha suonato con la KeptOrchestra dei fratelli Tonolo, con la Big Band di Gianni Basso, con la Dada Orchestra e con la genovese Bansigu Big Band di cui e’ stato anche direttore.

Dopo un periodo con il cantautore Vinicio Capossela e con Rossana Casale, Capurro ha registrato a suo nome il CD “Algochina” (Dischi della Quercia) con ospite il pianista Franco D’Andrea. In seguito ha partecipato a tournee italiana del grande Clark Terry, registrando anche un CD. Dirige la Borgo Big Band di Genova. Ha suonato con moltissimi musicisti solo alcuni come Kenny Wheeler, Dave Liebman, Richie Beirach, Mike Melillo, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Enrico Rava, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Luciano Milanese, Aldo Zunino, Andrea Pozza, Roberto Gatto. Attivo nel campo della musica contemporanea ha eseguito lavori di Prokofiev, Stravinsky, Berio, Raffaele Cecconi e altri, spesso con gli ensemble strumentali di Antonio Plotino e Claudio Lugo. Attualmente suona con Tullio De Piscopo Hard Bop Project

Nessun commento inserito | Inserisci un commento

12 Giugno 2009
22:00

Villa Durazzo Jazz, Santa Margherita Ligure

Nessun commento inserito

Inserisci un commento