Notte Bianca - parte 1

Genova, evento del 12 Settembre 2009

Notte Bianca - parte 1
© www.genovatune.net

a cura di Marco Ardovino
GENOVA, 14 Settembre 2009
Invia a: del.icio.us
Articolo letto 3886 volte

La mattina pioggia.
Il pomeriggio pioggia.
Si, l' Mtv Day è un buon rimedio in caso di siccità.
Speriamo bene”: queste le mie parole all'inizio della serata, in ricordo della passata manifestazione, dove una tormenta d'acqua ha impedito lo svolgimento di qualsiasi attività. La mia avventura parte dalle dieci circa dal banchetto di Genovatune sito all'inizio di via Turati, vicino all'indimenticabile Fitzcarraldo.
Un tripudio di musica e suoni mi accoglie ancora prima di arrivare in via San Lorenzo, una manciata di persone provenienti da Cuba si esibisce in balli e musica dal vivo in Sottoripa, e il sottoscritto ne rimane alquanto entusiasmato dalla bravura dei ballerini che, pur avendo una certa età, sono di una mobilità incredibile.
Voltato l'angolo lo spettacolo è impressionante, San Lorenzo completamente piena di persone che ridono e ballano, un tripudio di colori forma questa fiumara di gente che per una notte vuole impossessarsi della città e lasciare i mugugni nel cassetto.

Da Vico di Canneto il Curto arriva una melodia che all'orecchio di molti può sembrare fastidiosa, ma, sfortunatamente per chi viene in macchina con me, al sottoscritto piace un casino, un uomo altissimo in kilt si erige su una pedana improvvisata e da sotto il braccio spunta una cornamusa che intona Amazing Grace, una vecchia preghiera dei prigionieri irlandesi. Starei tutta la sera ad ascoltarlo, ma il dovere di cronaca mi impone di proseguire il mio viaggio. Tutte le strade sono completamente piene di gente e girare per i vicoli è una faticata, veramente pochi i caruggi vuoti.
In piazza San Lorenzo mi imbatto nella Filarmonica di Santo Stefano d' Aveto che propone musiche di film e opere, mi fermo giusto il tempo di “Mamma mia” degli Abba e mi dirigo alla volta di p.zza Matteotti dove stanno effettuando un cambio palco, quindi svolto verso le erbe passando da salita Pollaiuoli. Un momento di tenerezza mi assale quando vedo in piazza Pollaiuoli un palco con un numero spropositato di ragazzi sopra. Sono gli allievi dell' associazione Oltre la Musica che propongono un saggio della loro bravura, un divertente serata per amici e parenti, mentre più in basso, all'altezza della locanda un burattinaio tiene col fiato sospeso i bambini raccontando storie suonando una specie di fisarmonica. Immancabile la dance-all reggae che ritrovo in San Donato dove la strada è piena di ragazzi che ballano. La musica è talmente trascinante che le famiglie con i bambini che passano mentre scorrono per la folla non possono fare a meno di improvvisare balletti e trenini.
In piazza delle Erbe non è ancora incominciato niente, ma a bordo palco il grande Bob Quadrelli intrattiene la folla cantando e ballando con il suo inseparabile bastone. Ritorno in Piazza Matteotti per vedere cosa propone uno dei maggiori palchi. La Combriccola del Blasco, cover band di Vasco Rossi, sta intrattenendo il pubblico con il vastissimo repertorio del cantante di Zocca. Contemporaneamente a De Ferrari giocolieri ed artisti di strada lasciano a bocca aperta grandi e piccini eseguendo esibizioni evoluzioni sospesi per aria. I classici stand di panini e bibite mi accompagnano sino alla casa di Colombo dove una marea di ciuffi emo mi accoglie, teenagers si alternano sul palco a musicisti più vissuti, proponendo del sano rock (e un sacco di cover dei Queen, ndr). Riattraversando De Ferrari noto che l'attenzione si è spostata dai giocolieri al palco davanti a palazzo Ducale dove la musica salentina si innalza e il pubblico risponde caldamente ballando le pizziche a piedi nudi sul prato.

A questo punto mi avvio verso piazza Fontane Marose dove è sito il palco di Disorderdrama dove sta suonando Joe Lally dei Fugazi, che propone un funk rock sperimentale che crea un un groove armonico capace di ipnotizzare i presenti, attirando sotto il palco anche persone che in serate “normali” dove questo tipo di musica viene proposto durante l'anno, vedi centri sociali e locali underground, non si addentrerebbero. Finito Lally mi muovo verso Piazza della Meridiana, passando per Via Garibaldi e noto con piacere che l'apertura straordinaria dei musei alla sera ha attirato veramente tanta gente, anche ragazzi giovani, che mai mi sarei aspettato di veder uscire entusiasti da Palazzo Rosso. In Piazza della Meridiana la serata offre una battaglia a suon di rime hip hop, molto apprezzate dai ragazzi presenti, un po' meno dai passanti che risultano infastiditi dal linguaggio scurrile dei cantanti.
Mentre mi appresto a tornare in Piazza Fontane Marose vengo rapito dal folk rock proveniente da Vico Inferiore del Ferro e ne rimango estasiato, gli sguardi sognanti del pubblico cullato dal violino e dalla voce armonica della cantante valgono più di mille applausi, che comunque escono scroscianti dalle mani degli ascoltatori. Ritorno in Piazza Fontane Marose e mentre i Chewingum si esibiscono vengo avvicinato da Elisabetta Biancalani di Primocanale che mi intervista! Bellissima esperienza essere per una volta l'intervistato e non l'intervistatore (e poi la Biancalani è molto più carina dal vivo che in tv! Ndr). I Chewingum regalano un rock melodico influenzato da basi midi molto ballabile e solare. Cambio palco e Il moro e il quasi biondo salgono sul palco proponendo un sound altamente psichedelico che lascia allibiti gli spettaori. Saluto i ragazzi di Disorderdrama e torno dalla casa di Colombo dove in una coltre di nube iniziano a suonare i VOLUMIcriminali che propongono il loro nu-core, anche dopo il cambio di formazione non hanno perso smalto e offrono uno spettacolo pieno di energia.

Oramai sono le tre e la stanchezza inizia a farsi sentire, Genova è ancora sveglia e pulsante, mentre io vado a dormire. Notte Bianca 2009 promossa a pieni voti, un plauso speciale all'ordinamento sul divieto di vendita di alcolici in bottiglie di vetro, negli anni scorsi infatti già verso mezzanotte la città era un tappeto di cocci mentre quest'anno la pulizia delle strade è stata efficientissima. Unica nota negativa la poca presenza di wc chimici sparsi per la città, che sicuramente avrebbero evitato di vedere wc improvvisati agli angoli delle strade.
Arrivederci alla Notte Bianca 2010!


Continua su Notte Bianca - parte 2...

Nessun commento inserito | Inserisci un commento

Sito ufficiale

Nessun commento inserito

Inserisci un commento