Cartavetro: Bruxia (Burn!)

Anomolo (2006)

Cartavetro

a cura di Simone Moretti
GENOVA, 08 Maggio 2006
Invia a: del.icio.us
Articolo letto 2453 volte

Cupo, riflessivo, rock. Un lavoro autoprodotto e registrato in proprio che merita certamente attenzione. L’album Bruxia (Burn!) dei Cartavetro è cento per cento rock italiano, di quello che non siamo più tanto abituati a sentire, nella gran massa nostrana dei molti gruppi che mirano soltanto alla ricerca del singolo più orecchiabile per scalare le classifiche.

Le atmosfere dei Cartavetro ricordano un po’ i CSI di linea gotica, i Marlene Kuntz ai loro inizi, i passeggeri Malfunk: voci tristi, riflessive, urlanti, chitarre distorte con riff melodici e incalzanti.

Da notare la bellissima “Nutazioni” e “Casa”, un brano semplice, brevissimo ma geniale, il crescendo spasmodico di “Pressione” e “Lord Desire”, scritta in collaborazione con Fabio Speranza dei White Ash.

Di sicuro questo quartetto genovese, che si è aggiudicato anche la vittoria di una edizione del Pagella Rock, ha i numeri per meritarsi un po’ di attenzione da qualche etichetta della scena rock nostrana (benchè siano già sotto Anomolo, da cui è possibile scaricare l'intero album).

Buon ascolto.

Leggi i commenti (2) | Inserisci un commento

alternative rock


01 GRMX (girovagando ctrl+x_ctrl+v version)
02 Unwelness
03Lord desire
04 Casa
05 Nova
06 Nutazioni
07 Pressione
08 Roskilde


Sito ufficiale


Antiquark + Cartavetro + Drunken Butterfly @ Laboratorio Sociale Buridda, 26/10/06
Cartavetro: rock sperimentale
Cartavetro: Psico-sonici e graffianti

Leggi commenti (2)
Inserisci un commento