I Venus: EP 2009

autoprodotto (2009)

I Venus

a cura di Marco Ardovino
GENOVA, 14 Settembre 2009
Invia a: del.icio.us
Articolo letto 4718 volte

Prima erano i Venus in Furs, ma, dopo essersi accorti che la pelliccia l'avevano già un gruppo di Pisa, i 4 ragazzi savonesi hanno deciso di ribattezzarsi in I Venus.

L'impegno e la voglia di fare trasudano da ogni singola nota dell'album, che risulta ben curato nel mixaggio e nella pulizia del suono dei singoli strumenti. L'appartenenza ad altri gruppi della scena savonese si sente nella maturità dei musicisti di riuscire ad incastrare alla perfezione ogni strumento, senza sbavature, e con passaggi di velocità puliti. Ottima l'idea di usare la lingua italiana nei testi, risultando musicalmente molto adatta, grazie anche alla buona voce del cantante che riesce a toccare note anche di un certo livello. Molto bella la psichedelia che si crea tra voce, sinth e chitarre in Nema problema e trasporta l'ascoltatore nel mondo (senza pelliccia) delle veneri.

L'lp contiene un buon rock alternativo dalle forti influenze del ciclo di gruppi britannici che hanno calcato le vette delle classifiche degli anni passati. La somiglianza ai Placebo ed altri gruppi di quel filone è notevole, e questo fa che, pur proponendo delle canzoni di buona fattezza, in questo periodo i brani risultino musicalmente scontati. Negli ultimi anni il genere è stato sin troppo abusato e le proposte dei Furs non riescono a sorprendere l'ascoltatore. Detto questo lp è comunque promosso nonostante le riserve del caso, e aspettiamo di vedere cosa ci proporranno le veneri in futuro.

Nessun commento inserito | Inserisci un commento

rock, alternative


1. Se laisser aller
2. Nema problema
3. Spleen et idea
4. Il piacere



Myspace

Nessun commento inserito

Inserisci un commento