The Crooks: High Society Rock'n'Roll

UK Division Records, Alkemist Fanatix (2008)

The Crooks

a cura di Marco Tosetti
GENOVA, 25 Maggio 2009
Invia a: del.icio.us
Articolo letto 3247 volte

Come può una band nata e cresciuta a pane e punk rock differenziarsi tra gli innumerevoli gruppi simili che imperversano nello stivale da quasi due decadi ? Quali sono i tratti distintivi che le permettono di distinguersi in positivo all’interno di un genere tanto affollato? Attitudine, stile, capacità melodiche. I The Crooks, milanesi, sulla scena da dodici anni hanno buoni voti in pagella in tutte queste caratteristiche. Questo li rende innanzitutto credibili.

Ciò premesso High society rock’n’roll è un disco robusto e grintoso, che percorre un sentiero già battuto, ma non annoia e neppure riporta in maniera pedissequa i cliché del genere. I ritornelli rimangono saldamente fissati nella memoria dopo pochissimi ascolti, il divertimento è costante per tutte le tracce.

Una menzione per Halloween, canzone particolare nelle parti di parlato doppiate che ben rendono l’atmosfera evocata già dal titolo. Ma il gioiellino dell’album è senza dubbio Danny Boy, brano molto ben scritto che pur prendendosi qualche libertà a livello stilistico (ed è la sua forza), conquista fin dai primi accordi ed è anche equipaggiato di un ritornello decisamente indovinato. Come indovinata è anche la scelta di reinterpretare la Material Girl della signora Ciccone, ultima traccia del disco.

Quando vi sale la voglia di ascoltare un buon disco di punk rock’n’roll, ricordatevi dei Crooks !

Nessun commento inserito | Inserisci un commento

rock, punk


01.Get Away
02.(We Are) The Crooks
03.Jane
04.Rock Girl
05.Halloween
06.Party Without Beer
07.Time Out
08.Danny Boy
09.55 mph
10.Waiting For You
11.Rock A La Carte
12.Material Girl
13.High Society Rock'n'Roll




Sito ufficiale
Myspace

Nessun commento inserito

Inserisci un commento