Alessio Deidda


Alessio Deidda

file BIOGRAFIA

Nato in un piccolo paese della Barbagia (entroterra sardo), Alessio Deidda inizia fin da piccolo a ascoltare alcuni dei più grandi musicisti italiani e stranieri grazie alla passione del padre e del fratello verso la musica, il primo un appassionato e il secondo appassionato e musicista.
Tra i diversi vinili , The Wall dei Pink Floyd influenza maggiormente le orecchie di A.D. segnando la passione per i suoni psichedelici ed elettronici, che si sviluppa anche grazie alla presenza di diverse tastiere in casa.
Durante il periodo delle elementari e medie ha la possibilità di seguire il fratello durante le prove del gruppo, provare (con scarsi risultati) a suonare la batteria, capire le basi tecniche per un fonico e imparare da autodidatta i principi della sintesi sonora.
Inizia con alcuni amici a costruire una saletta, e prendere parte come tastierista nel gruppo.

A saletta finita, la famiglia si trasferisce sulla costa, niente più gruppo.

Durante il periodo delle scuole superiori inizia a scoprire ed ascoltare svariati generi musicali, come Metal, Trash, Rock Progressivo, Synth Pop, Big Beat, Trance, Techno... rimane colpito dagli album In the Court of the Crimson King di King Crimson, Dig in your own hole dei Chemical Brothers e da Homogenic di Bjork, la tendenza verso l'elettronica e la sperimentazione si consolida.

Fornito di un sintetizzatore, Roland D50 ed una Yamaha PSS-795, crea il suo primo brano, sfruttando al massimo le potenzialità del linguaggio MIDI e della sintesi del D50, registrando in su piastra cassette dello stereo di casa.
Il risultato è strabiliante per i mezzi a disposizione: un'unica patch che suona un intero brano in diretta.
Da quel momento incontra Cristian Scalas (aka Kryss Hypnowave) che durante la trasmissione "Round my brain" su Studio-R (emittente locale) manda in onda il brano.
Inizia a seguire l'ambiente radiofonico.

Spinto dalla convinzione che con pochi strumenti si puo' creare musica, smonta ogni apparecchio sonoro in casa e lo rimonta in camera dedicandosi alla sperimentazione, che inizia a dare i suoi frutti con l'arrivo di un computer.

Impara a suonare le percussioni e come percussionista inizia a provare in un gruppo rock, scrive testi Rap (ispirato da Assalti Frontali e Frankie Hi NRG) e sistema le prime basi mixando campioni prelevati dai numerosi musicisti elettronici trovati in internet.
Inizia ad ascoltare e a farsi affascinare dalla musica di Aphex Twin, Autechre, F.S.O.L., Photek, Fluke e tutti gli esponenti dell' Idm inglese inclinando i gusti definitivamente sulla sperimentale.

Nel 2001 propone alla "Festa dell'arte" (festival studentesco Ogliastrino dedicato all'arte) due canzoni Trip Hop: "Senza Motivo" e "Muri" che riscuotono interesse da parte dei gruppi Hip Hop della zona.
Inizia a proporsi come Dj presso i locali della zona, con scarsi risultati derivati dal genere scelto e le politiche dei gestori, ma riesce ad avvicinarsi al mondo dei rave, dove riesce a suonare in pubblico. Inizia a collaborare con Radio Stella, dove nel 2002 scriverà assieme a Giancarlo de Pau il programma Interferenze, occupandosi della post-produzione e regia.

Finisce le superiori e inizia gli studi presso l' Accademia Di Belle Arti a Sassari dove si avvicina all'arte visiva e produce alcuni video, sempre seguendo la sperimentazione e le influenze elettroniche.

Nel 2004 lavora come Dj e scenografo in un villaggio a Creta, continua a preparare remix e brani e trovare soddisfazione di fronte a pubblico di nazionalità Belga e Russa.
Nel 2005 lavora sempre come Dj e scenografo in Egitto e inizia gli studi al D.I.S.I. a Genova.

Tutt' ora studente presso il D.I.S.I., continua a coltivare la passione per la musica collaborando con altri musicisti.

Maelstrom, Sound Village, 10/04/08

Metrocor: Sweet
(Autoprodotto, 2008)
Alberto Despini: D'altrocanto
(, 2009)
No Choise: Pearls
(autoproduzione, 2009)
Cellobassmetal: Plays metal with cello and bass
(autoproduzione, 2008)
Johnny Grieco: I'm cool
(autoproduzione, 2008)
Slivers: Melon Juices
(La Baracca del Suono, 2009)
Rocking Chairs: Rocking Chairs
(autoproduzione, 2008)
Fludd: True Temper
(RAT Multimedia Productions, 2008)
Priscilla: Das RheinGold
(autoproduzione, 2008)
Bobby Soul & Les Gastones: 73% Phunk
(InMusica, L'Altoparlante, 2008)
The Vicious: Punk is Olive
(autoproduzione, 2008)
BBJ: Bad Blow Job (Demo 07/08)
(autoproduzione, 2007)
Matheria: Metamorfosi
(Officina Sonora, 2008)
Kramers: Songs for every morning
(Marsiglia Records, 2008)
Admiral Backbarents : Wreck behind the lighthouse
(autoproduzione, 2008)
Struldbrug: Struldbrug
(autoproduzione, 2008)
Mr. Pink: Nothing is Real
(autoproduzione, 2007)
Monday Morning: Monday Morning
(autoproduzione, 2008)
Luca Vicenzi: Autopista
(Mistic Sound Research, 2007)
XP_Devices: Starrust & Ballast
(DeVega, 2008)
Medea: In un giorno qualunque
(Alkemist Fanatix, 2008)
Downkiss: Push me to the limit of the calculating madness
(Hurricane Shiva, 2008)
Concept Project: Concept Project
(SG Records, 2008)
Triobrio Deluxe: Non bravi, ma belli...
(Alka Record, 2009)
Daniele Santostefano: 1 - 2 - 3
(autoproduzione, 2008)
Jocelyn Pulsar: Penso a Sonia ma suono per la gloria
(Agos Music, 2008)
The Clerks: Siliconsound
(autoproduzione, 2008)
Ghostchildren: New Delhi Grand Hotel
(Nagual Records, 2008)
Allan Glass: Stanze con crepe
(autoproduzione, 2008)
Baseprima: Quando sto con lei (Single)
(Bliss Corporation, 2008)
La Frequenza: Credimi (Single)
(Bliss Corporation, 2008)
Giorgio Maggiore: Radioanima
(autoproduzione, 2008)
Thelma & Louise Hot Acoustic Duet: Thelma & Louise Hot Acoustic Duet
(autoproduzione, 2008)
Simo Costa: Blocchi di Mood
(autoproduzione, 2007)
Muda: Origine
(autoproduzione, 2007)
Ape Regina: Difetto di Fabbrica
(Top Records, 2007)
Superdry: Level Rebel
(autoproduzione, 2008)
Luca Olivieri: La Quarta Dimensione
(AG Prod, 2008)
Blokulla: Radio 70
(Spectra Records, 2008)
Speedy Peones: Fast Listening
(Marsiglia Records, 2008)
Hiroshima Mon Amour: Here comes the hurricane
(autoproduzione, 2008)
Colloquio: Si muove e ride
(Eibon Records, 2008)
Neronoia: Il rumore delle cose
(Eibon Records, 2008)
Neronoia: Un mondo in me
(Eibon Records, 2006)
Plastic Siorai: Zerozerouno
(autoproduzione, 2008)
Leonardo Barilaro: Hagakure
(autoproduzione, 2008)
Michele Nucciotti: Percorsi Interrotti
(autoproduzione, 2007)


alessio.deidda@genovatune.net


Sito ufficiale
Myspace